C'è di nuovo a Palermo Young Citizen Yourights.Eu H.R.Y.O. Human Rights Youth Organization

 

AL VIA IL PROGETTO CHE PROMUOVE LA LEGALITÀ NELLE SCUOLE

Young Citizens è il nuovo progetto che coinvolgerà 5 mila giovani delle classi terze, quarte e quinte degli Istituti di Istruzione Superiore ed universitari. In programma la realizzazione di un giornale, una web radio e tanti dibattiti   

 

PALERMO - Cinque mila studenti, 13 mesi, 4 scuole, 3 associazioni, un giornale, una web radio e 2 contest. Sono questi gli ingredienti di Young Citizens, il nuovo progetto volto alla promozione del rispetto dei diritti umani, alla diffusione della cultura della legalità e della partecipazione sociale attiva. Realizzato in partenariato dall'associazione Uniamoci Onlus, l'associazione Porte Aperte e l'associazione HRYO, e cofinanziato della Presidenza del Consiglio dei Ministri – Dipartimento della Gioventù e del Servizio Civile Nazionale, Young Citizens è anche “una prima e vera occasione per i giovani di conoscere tutte le opportunità che l'Unione Europea mette a disposizione dei ragazzi”, spiega Marco Farina, presidente della Hryo. Tra gli scopi, infatti, c'è anche quello di avvicinare i giovani palermitani alle iniziative europee di mobilità.  

Gli studenti dovranno, tra le altre cose, realizzare un giornale e una web radio. Il periodico, che si chiamerà “L’opinione dei Giovani” diverrà per gli studenti, insieme alla radio, uno spazio in cui poter esprime i propri ideali e le proprie riflessioni. “Young Photo-reporters of the Human Rights” e “In…scena la Legalità”sono, invece, i due concorsi, uno fotografico e uno video, ai quali i giovani saranno invitati a partecipare: in gara scatti e filmati che promuovono la legalità. Ma per tutti i partecipanti non mancheranno i momenti di dibattito per discutere i contenuti della Dichiarazione dei Diritti Umani dell’ONU, parlare di legalità e delle opportunità offerte dai programmi europei rivolti ai giovani.

Young Citizens coinvolgerà dunque oltre 5 mila ragazzi, dai 16 ai 23 anni, di 4 scuole dislocate su tutto il territorio palermitano, più i giovani universitari. A loro toccherà, ancora, allestire una “fiera del volontariato” e organizzare eventi pubblici in cui, a fare da protagonisti, saranno proprio gli elaborati dei giovani: in cantiere c'è infatti una mostra fotografica dal titolo “Photoes’ review of the Human Rights, una “Movie exhibition for awareness” (ovvero un cinema mobile) e, infine, la realizzazione di una “Street Human Library”. Le attività, che interesseranno anche ragazzi disabili, si snoderanno in 13 mesi. “Young Citizens – conclude Marco Farina - si inserisce in un contesto caratterizzato da una scarsa partecipazione giovanile alla vita sociale e politica del territorio, con scarsa consapevolezza delle potenzialità del proprio esercizio della cittadinanza attiva nel determinare il futuro del territorio”.  

Per maggiori informazioni:
Marco Farina

3485644084

Tuesday the 23rd. .