C'è di nuovo a Palermo Young Citizen Yourights.Eu H.R.Y.O. Human Rights Youth Organization

sensibilizzazione sul fenomeno della violenza verso le donne all’interno del progetto nazionale FIVE MEN), infatti, l'associazione H.R.Y.O. Human Rights Youth Organization, ha fatto irruzione a sorpresa per la consegna del premio.

 

“Quest'anno abbiamo deciso di conferire questo riconoscimento ad Alessandra Notarbartolo per il suo costante  impegno nella tutela delle donne vittime di violenza – spiega Marco Farina, presidente dell'associazione ideatrice del premio – Quello di Alessandra è un femminismo intelligente e lei ricalca in pieno la tipologia di donna che cerchiamo per questo premio”.

 

Oltre a riconoscere l'enorme valore di una personalità come quella di Rosa Parks, il premio riconosce contestualmente coloro che si sono contraddistinti attuando un impegno politico e sociale associato al metodo nonviolento. L'idea del Premio Rosa Parks, infatti, mette insieme tre aspetti principali: la tutela Dei Diritti Umani, la lotta nonviolenta e la lotta all'esclusione sociale e all'emarginazione.

 

Lo scorso anno ad aver ricevuto il riconoscimento è stata Yodit Abraha, scelta per l’intensa attività svolta in ambito sociale sul territorio palermitano. “In riferimento al fenomeno migratorio – sono state le motivazioni del premio – ha sempre messo al primo posto l’essere umano, non facendo mai distinzione tra chi era richiedente asilo e chi no. Una difesa umanitaria dei diritti, che ha funto da ispirazione anche per il nostro lavoro associativo”. Prima di lei, nel 2013, il premio è andato all'onorevole Rita Bernardini.      

 

Rosa Louise Parks (nata Rosa Louise McCauley; Tuskegee, 4 febbraio 1913 –Detroit, 24 ottobre 2005) è stata un'attivista statunitense figura-simbolo del movimento per i diritti civili, famosa per aver rifiutato nel 1955 di cedere il posto su un autobus ad un bianco, dando così origine al boicottaggio degli autobus a Montgomery (Wikipedia). 

 

 

Tuesday the 23rd. .